fbpx

La Dea HECATE

dal “Faust” di Goethe:

Tu che età non tocca, eterna Dea che hai tre nomi e tre forme
nella sventura del mio popolo ti invoco,
Diana, Luna, Ecate!
Tu che dilati i cuori profonda e pensosa,
Tu che quieta riluci violenta e occulta, abisso orrendo apri le tue ombre,
senza magia si riveli il tuo antico potere!

Ècate (in greco antico: Ἑκάτη, Hekátē) o Hekate o Hekat (in latino: Hecata o Hecate) era, in origine, la Dea delle terre selvagge e del parto proveniente dalla Tracia.
I culti popolari che la veneravano come una Dea Madre la inclusero nella cultura greca come Ἑκάτη. 

Hecate era una divinità psicopompa in grado, cioè, di viaggiare liberamente tra il mondo degli uomini, quello degli Dei e il regno dei Morti; proprio per questo è spesso raffigurata con delle torce in mano.

La natura di Hecate è bi-sessuata, in quanto possiede in sé entrambi i principi della generazione, il maschile e il femminile. Per questo motivo viene definita la fonte della vita e le viene attribuito il potere vitale su tutti gli elementi.

Hecate è raffigurata come triplice (giovane, adulta ed anziana) spesso accerchiata da cani della quale veniva considerata protettrice.
Il numero 3 la rappresenta; le sue raffigurazioni, infatti, venivano poste agli incroci (trivi) a protezione dei viandanti.
Veniva sovente associata anche ai cicli lunari.

I Simboli di Hecate:

IL SERPENTE
E’ l’animale che emerge dal mondo ctonio (associato alla rigenerazione e al rinnovamento per il suo mutare continuo di pelle) e prende la valenza di labirinto atto a raffigurare le intricate strade della vita e della morte.

LA RUOTA DI HECATE
Negli Oracoli Caldei la Dea era associata al simbolo noto come Ruota di Hecate, con forme serpentine che disegnano una figura labirintica a tre direzioni (vita, morte, rinascita e rinnovamento sono rappresentati in questo antico simbolo).

IL COLTELLO
Viene associato ad Hecate nelle vesti di levatrice nell’atto di recidere il cordone ombelicale dell’infante ma è anche associato, metaforicamente, al ruolo di compagna nella morte, dove lei stessa taglia i legami fra il corpo fisico e l’anima.

LA CHIAVE
Hecate controlla il passaggio dal mondo dei viventi al mondo sotterraneo dell’Ade. Hecate è la “guardiana delle soglie” e la chiave viene da lei utilizzata per permettere o rifiutare il passaggio delle anime da una dimensione all’altra.

Home