fbpx

Il SERPENTE: simbolo della Conoscenza

Il Serpente è stato un simbolo di grande rilievo in tutte le civiltà antiche, a qualunque latitudine esse si fossero sviluppate.

Nelle comunità dell’America precolombiana veniva adorato, con diversi nomi, il Serpente Piumato: era la divinità che aveva portato la conoscenza agli uomini.

Presso gli Aztechi il suo nome era Quetzalcoatl ed era il Signore del Sapere. I Maya lo chiamavano Kukulkan, i Quichè Gukumatz. Quetzalcoatl insegnò agli uomini a misurare il tempo, a capire le stelle e stabilì il corso dell’anno e delle stagioni; gli insegnò anche a coltivare il mais.

Nell’antico Egitto era raffigurato nel copricapo del Faraone a simboleggiare la saggezza e la conoscenza.

Nella filosofia dello Yoga indiano il serpente arrotolato e addormentato è il simbolo di Kundalini: la conoscenza addormentata che risiede alla base della colonna vertebrale. Attraverso lo Yoga essa viene risvegliata e risale lungo la Shusumna attraversando i Chakra fino a giungere all’ultimo nodo alla sommità del capo; desta i singoli Chakra e giunta al settimo completa il suo risveglio, portando l’individuo nello stato che viene comunemente definito Illuminazione.

Il Dio Mercurio veniva spesso raffigurato con in mano il caduceo: due serpenti attorcigliati attorno ad un bastone. Questo stesso simbolo, prima che di Mercurio, era caratteristico di Ermete Trismegisto, personaggio che insegnò all’Umanità, agli albori della civiltà, la via segreta per la conoscenza ; il caduceo, perciò, rappresentava la sintesi del sapere universale.

Anche i Naasseni, setta gnostica del II° secolo d.C., veneravano specificatamente il Serpente ritenuto elargitore agli uomini della conoscenza del Bene e del Male.

Altro simbolo universalmente riconosciuto è il “bastone di Asclepio”, emblema delle arti mediche e sanitarie. Si tratta di un bastone attorno al quale è attorcigliato un serpente, allegoria del mutamento e della rinascita, appartenuto al Dio greco Asclepio, nume tutelare della salute. Grazie alla conoscenza ereditata dal serpente, nei santuari dedicati alla divinità, venivano operate guarigioni miracolose che rendevano eterno e indissolubile il legame tra il rettile e la medicina.

Anche nei Tarocchi troviamo il Serpente nell’Arcano Maggiore dell’Eremita; egli, simbolo della conoscenza, precede l’Eremita nel suo cammino verso l’Illuminazione.

… Tante sono le testimonianze che concordano sul significato simbolico del Serpente: la Conoscenza Suprema; obiettivo finale di tutte le dottrine esoteriche e, auspicabilmente, anche di ogni essere umano.

Home